Antonio Justel Rodriguez

DEI SIMBOLI



 
...perché, anche se il sogno/voce viene da molto, molto lontano,
quando tutti i cuori sono giusti,
come, come e chi parlerà di giustizia, ancor di più, quale sarà la giustizia?;
e quando non ci sono più nazioni o mercati o razze o lingue
né parlamenti con leggi da fare o da rispettare
e le idee volano senza la tragica prigione delle parole,
cosa ne sarà dei televisori e delle radio, cosa degli iPhone, dei telefoni,
e cosa, cosa ne sarà di Internet, dei nostri video e foto e delle nostre care email!
E le prigioni spariranno...? Riusciranno ad arrivare alla fine di città e lande desolate,
dei terreni tenebrosi dell'anima, della passione e della prigione dell'essere?
… ah tempi, ah scienza del metallo e strumento dell'uomo,
cosmogonia della fede e della ragione con cui dovremo ancora affrontare le inondazioni,
stupore, denti e artigli di così fitta e lunga oscurità: il male;
Parliamo e parliamo poi, di quando finirà l'arcobaleno, quando i pani si dissolveranno,
da quando la malattia, la sofferenza, l'errore,
il dubbio…
… oh lotta senza quartiere, oh luce civile, oh presenza divina, oh, oh libertà.
***
Antonio Justel Rodriguez
https://www.oriondepanthosea.com
***
 

All rights belong to its author. It was published on e-Stories.org by demand of Antonio Justel Rodriguez.
Published on e-Stories.org on 07/26/2022.

 

Comments of our readers (0)


Your opinion:

Our authors and e-Stories.org would like to hear your opinion! But you should comment the Poem/Story and not insult our authors personally!

Please choose

Previous title Next title

Does this Poem/Story violate the law or the e-Stories.org submission rules?
Please let us know!

Author: Changes could be made in our members-area!

More from category"General" (Poems)

Other works from Antonio Justel Rodriguez

Did you like it?
Please have a look at:

Navidad: soneto ante Cristo - Antonio Justel Rodriguez (General)
Chinese Garden - Inge Offermann (General)
Fin d┤Octobre Ó Avignon - Rainer Tiemann (Loneliness)