Antonio Justel Rodriguez

DALLA MARCIA INFINITA VERSO LA LIBERTÀ




“... guardiamo e vediamo bene che le cose non durano troppo a lungo,
non essendo che diventano vecchi e stantii e noi siamo lasciati indietro per sempre”.

... ribellati, o mio essere, contro i vecchi modi,
le vecchie luci
e l'antica gioia;

Sale
e riaffiora su finali intimi,
soprattutto quella può essere la tua riva o il tuo ponte,
la tua legge o libertà,
ma, alla fine, la tua morte;

...per calpestare l'eterno devi superare il velo del fascino,
l'humus del sangue e il nettare delle labbra,
e con amore e scienza istituisci la tua forza e la tua bellezza: lancia pura, dotta e fedele
con cui affrontare i credi degli uomini e degli dei e non cadere;

.. fate dunque con le mie ossa un fuoco terrificante e con la mia anima un fiume,
un mare infinito in fiamme con cui istruire e diffondere la luce;
sii mio, sii coraggioso, non fermarti.
***
Antonio Justel Rodriguez
https://www.oriondepanthosseas.com
***

 

All rights belong to its author. It was published on e-Stories.org by demand of Antonio Justel Rodriguez.
Published on e-Stories.org on 04/10/2022.

 
 

Comments of our readers (0)


Your opinion:

Our authors and e-Stories.org would like to hear your opinion! But you should comment the Poem/Story and not insult our authors personally!

Please choose

Previous title Next title

More from this category "General" (Poems in italian)

Other works from Antonio Justel Rodriguez

Did you like it?
Please have a look at:


EL GUARDIÁN DEL AGUA - Antonio Justel Rodriguez (General)
Emergenza primaverile - Antonio Justel Rodriguez (General)
Apocalypse now - Heino Suess (Sorrow)