Nadège Ango-Obiang

La passerella vietata

Suoni di corni, rumori di tams-tams, echi delle danze dei villageois che formano il clan Nkodjein, a Bitam. Clameurs si alzarono improvvisamente. Una giovane donna, all'ombra, guettait ed attendeva che la più vecchia le donne liberano le cucine fatte di terre battute. Quando ciò fu fatto, Essono si inghiottì in due di entrato esse e riempie un canestro enorme di ciò che essa potuto trovare. Ma, nella obscurité, il suo fiancé, Ella, épiait. Una pioggia torrenziale scopò improvvisamente il villaggio, cosa che fece intensificare i grida di gioia degli abitanti e soprattutto dei ballerini. Quindi con discrezione che poté, Essono si inserì nella foresta, attraversò molti ponti molto poco affidabili. Risalendo una pendenza fangosa e scivolando, si trovò naso a naso con un boa immenso ben scuro.

- Il dott. bolo, Essono, dice il boa.

La giovane donna si accontentò di scuotere la testa ed inginocchiarsi presso la creatura. Depositò delicatamente e rispettosamente il contenuto del suo canestro. Il boa osservò e dice:

- Già tre anni che tu me onorato, e sempre non un sacrificio umano.
Sospirò:
- era un essere portico di te o tre anni di cure. Hai tenuto la ta promessa. Del sangue lo avrebbe benedetto ed arricchito per la vita, Essono.

Il rettile inghiottì tutto il contenuto del canestro. Quindi dice:

- Nessuno non lo ha seguito?
- Nessuno non conosce questo posto, promesso la giovane donna.
- Allora, lo sigillo nel vostro nome. Domani, bene prima che la notte si cancelli, prima che l'alba si installi, ritorna. Sarei attraverso il cammino, avrei il colore del suolo. Anche se non lo vedi, traverse io. Così, avrai superato la passerella verso la felicità… ed una certa ricchezza.

Il boa aggiunse in un sospiro:

- Avrei preferito carne per finire questo piatto. La Ta ricchezza sarebbe più che considerevole. Va e ritornano.

Il fiancé vive la giovane donna rebrousser cammino sotto la tempesta con il suo canestro enorme vuoto. Aspettò e vive il boa gonfiare quindi, gradualmente, entrare sotto terra. Quando quest'ultimo sembrò avere scomparì, il fiancé venne ed enjamba l'impressione dell'animale. Ma la passerella era stata sigillata in nome di Essono. L'animale si rettificò ed inghiottì il fiancé molto langoureusement, che trova infine la sua festa più che saporita. Nel suo sonno, Essono si vive adulée e coronato di gloria. Il sorriso alle labbra, andò prima dell'alba enjamber l'impressione dell'animale ed attraversare così la sua passerella verso una felicità più che considerevole.

 

All rights belong to its author. It was published on e-Stories.org by demand of Nadège Ango-Obiang.
Published on e-Stories.org on 08/04/2008.

 

Comments of our readers (0)


Your opinion:

Our authors and e-Stories.org would like to hear your opinion! But you should comment the Poem/Story and not insult our authors personally!

Please choose

Previous title Next title

Does this Poem/Story violate the law or the e-Stories.org submission rules?
Please let us know!

Author: Changes could be made in our members-area!

More from category"Fairy Tales" (Short Stories)

Other works from Nadège Ango-Obiang

Did you like it?
Please have a look at:

MIKE (Version Espagnole) - Nadège Ango-Obiang (Mystery)
Pushing It - William Vaudrain (General)